Condividi

image_pdfimage_print

TITOLO DELL’OPERA: L’INFORMATICA DEL DIRITTO

DI: AA.VV.

EDITORE: GIUFFRE’ EDITORE MILANO

ANNO / EDIZIONE: 2004

PARTI PRINCIPALI:

– MANUALE DI INFORMATICA GIURIDICA
– RIFLESSIONI SULL’INFORMATICA GIURIDICA

PAGINE: 411

MISURE: 17,00X24,00X2,40

CODICE: ISBN 88-14-11383-1

PREZZO DI COPERTINA: EURO 24,00

———————————————-

TITOLO DELL’OPERA: INTRODUZIONE ALLA LEGISTICA

DI: R. PAGANO

EDITORE: GIUFFRE’ EDITORE MILANO

ANNO / EDIZIONE: 2004-III

PARTI PRINCIPALI:

– ASPETTI GENERALI
– REDAZIONE DEI TESTI NORMATIVI
– PROGETTAZIONE CODIFICAZIONE E RIORDINO NELL’ORDINAMENTO INTERNO ED EUROPEO
– APPENDICI
– GUIDA BIBLIOGRAFICA
– INDICI

PAGINE: 387

MISURE: 17,00X24,00X2,10

CODICE: ISBN 88-14-11330-0

PREZZO DI COPERTINA: 28,00

———————————————–

PRESENTAZIONE DELL’OPERA:

La corretta leggibilità di un enunciato, passa, verosimilmente, dal modo con cui il suo autore ha deciso di esprimerlo e va interpretato anche in funzione dello scopo per cui l’enunciato stesso è stato espresso.
Certamente, quanto più un’espressione linguistica deve essere massimamente compresa, tanto più il linguaggio deve essere comune al maggior numero di soggetti che debbono apprendere il contenuto dell’espressione stessa.
L’espressione linguistica, peraltro, può dar luogo a sfumature tali da stravolgere il reale contenuto prescrittivo della espressione stessa.
Quando si ha a che fare con un enunciato giuridico, dunque, una regola dalla quale trarre una norma cogente, la stessa è tanto più efficace ed effettiva, quanto più è chiara ed interpretabile in modo massimamente univoco.
Da qui l’esigenza di dare vita a regole giuridiche facilmente comprensibili e quindi, improntate ai criteri tecnici della ‘corretta’ legislazione.
Tali diversi criteri, sono stati studiati ed elaborati dai diversi studiosi della linguistica e del diritto, sino a dar vita ad un vero e proprio argomento scientifico definito ‘legistica’ ovvero, l’arte di preparare le leggi.
Il Pagano, con la sua terza edizione dell’introduzione alla legistica, non solo dimostra quanto è stata ed è sofferta l’esigenza di dare vita a corpi normativi facilmente leggibili e coerenti con l’intero ordinamento giuridico dello Stato, ma quanto sono ancora mutevoli (mutando) i principi che governano la scienza della legislazione.
Nel testo dedicato alla informatica del diritto, i vari autori che l’hanno compilato, nell’evidenziare la complessità ed il numero innumerabile delle leggi che compongono l’ordinamento interno, sottolineano e dimostrano la fondamentale importanza dell’elaboratore elettronico, nella ricerca e nello studio, non solo della legistica, propriamente detta, ma dello studio delle leggi, più in generale.
Infatti, se la mente umana è dotata di enormi capacità di elaborazione che gli scienzati cercano di riprodurre con la c.d. ‘intelligenza artificiale’, al computer – secondo la sua logica booleliana – resta il primato delle enormi capacità di ricerca e di calcolo (non a caso, prima dell’attuale e freddo inglesismo, è già stato definito calcolatore o elaboratore elettronico). Da qui la possibilità di far ricerca di testi di legge, secondo criteri prefissati, sia su supporti fisici, sia in rete.
Insomma, lo studio degli eminenti autori (giuristi, studiosi dell’informatica, ecc.), per giungere ad un approccio più moderno ed attuale alla legge ed al suo modo di essere resa pubblica.
Non a caso, i due volumi appartengono alla collana di Giuffré diretta dal Vittorio Novelli dedicata alla informatica e all’ordinamento giuridico.

Giovanni Fontana

Link utili
• Altri link
• Organi Istituzionali
• Enti pubblici
• Leggi e normative
I nostri Sponsor
spazio libero


Condividi